9-10-11 novembre - Voglio guardare sempre verso la luce diario covid

9-10-11 novembre - Voglio guardare sempre verso la luce

Giorni V-VI-VII: 9-10-11 novembre – Voglio guardare sempre verso la luce.

Nei due giorni passati non ho fatto un granché. Il corpo era sempre stanco e quindi sono rimasta a letto.

Ho guardato una serie tv che parla dei combattenti della luce. Molto carina.

Ieri sera mi sono addormentata durante la meditazione di gruppo e questa mattina dopo dodici ore di sonno ho deciso che mi sarei comunque alzata e avrei fatto qualcosa.

Così è stato. Ho fatto faccende di casa e preparato il piatto preferito di mio figlio: “sorpresa di patate”, una sorta di purè con un cuore ripieno di mozzarella e prosciutto.

Mi sento affaticata soprattutto perché faccio fatica a respirare ma sono molto orgogliosa di me perché ho reagito. Credo nello spostamento di pensiero e funziona.

Sono onesta, non credevo che questo virus potesse abbattere così tanto. Inoltre le persone che ci stanno vicino stanno bene ma sono obbligate a stare a casa, questo crea sicuramente instabilità.

Qualche giorno fa, quando si vociferava di un vaccino, ho pensato che non lo avrei comunque fatto. Ed eccomi qui a creare i miei anticorpi senza doverli ricevere dall’esterno.

Credo sempre di più che questa esperienza mi serva per poter comprendere tutte le persone che si raffrontano con il virus e poter dare un messaggio di speranza.

Prendersi cura di sé, imparare a fermarsi quando si è stanchi, godere delle persone che abbiamo vicino, non sentirsi soli o vittime. Perché non lo siamo. Scoprire che ci sono tante persone che ci vogliono bene. Noi possiamo decidere sempre per noi.

Di una cosa sono certa, questo Covid spaventa. È un buon tentativo per allontanare le persone, per creare paura…ma in un mondo duale la paura diventa coraggio di combattere ed accogliere, la solitudine diventa il trovare se stessi e la propria forza.

Io voglio guardare sempre verso questo, verso la luce e non verso l’oscurità. Sicuramente se non mi fossi ammalata non avrei compreso il vortice di dubbi, paure ed incertezze che avvolgono chi fa questa esperienza. Posso testimoniare con il mio ottimismo e la mia luce che tutto si può superare.

Sono testimone di questa esperienza e quindi posso comprendere ed aiutare chi non ha la forza. Non credo che si possa togliere forza al virus ma credo che bisogna dare amore alle persone che ne sono venute in contatto.

Trovo che la meditazione della sera sia una buona cura. Sicuramente da divulgare.

Monica.

Monica Franco

Iscriviti alla Newsletter

* Richiesto

Voglio conoscere le novità di UPE tramite:

 

Cliccando su “Iscriviti” accetti che i tuoi dati vengano trattati secondo l’informativa sulla privacy e accetti di ricevere la newsletter mensile della nostra Università. Indicando la regione e il tuo nome, riceverai le notizie personalizzate, relative alla regione selezionata.
Puoi disiscriverti in ogni momento cliccando sul link in fondo alle nostre email.

 

Utilizziamo Mailchimp come nostra piattaforma marketing. Cliccando “Iscriviti”, acconsenti che le tue informazioni siano trasferite a Mailchimp per essere elaborate. Leggi qui a proposito del trattamento privacy di Mailchimp.

Può interessarti anche...

il giudizio, il perdono e la rivoluzione diario covid
il giudizio, il perdono e la rivoluzione
L'amore non ha mai fatto male a nessuno diario covid
L’amore non ha mai fatto male a nessuno
Addio alibi del passato diario covid
Addio alibi del passato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.