Consigli pratici e frivolezze per rovinarsi l'esistenza

PARTE SECONDA

Leggi la Prima Parte QUI

♦ Giudica: sii schiava del pregiudizio nella sua più squallida e malsana accezione negativa. Il pregiudizio è un ottimo integratore (il migliore se associato all’arroganza) per prevenire l’insorgere o l’acuirsi della Sensibilità per la quale, come ormai sappiamo, non esiste una cura risolutiva. Il pregiudizio è l’ingrediente indispensabile per esser certa, senza esserlo realmente, di chi sia quella o quell’altra persona, di quali siano i suoi punti di forza e quali i punti deboli, di sapere se vale oppure no senza conoscerla. Riuscire in questa competenza è semplice: è sufficiente, come al solito, sentirsi più nel giusto di chiunque altro e agire come se il proprio vissuto sia l’unico degno di considerazione nell’ipotetico (solo ipotetico!) scenario del confronto. E allora perché mai perdere tempo a confrontarsi se tanto è sempre come dico io?

♦ Non sprecare tempo prezioso per la creatività: la creatività è una perdita di tempo. Perché sprecare il tuo tempo in attività concrete se puoi farlo solo con la mente restando comodo sul tuo divano, lobotomizzato dalle serie tv? Nella pratica e nella realtà incontrerai imprevisti e differenti opinioni; se dovessi prendere a cuore un’attività, un hobby, correresti certamente il rischio di conoscere persone nuove con cui poter empatizzare. Conoscere persone diverse potrebbe portarti a fare dei confronti con differenti visioni del mondo per scoprire, magari, di aver sopravvalutato una problematica personale o di non esser la sola a provare quel tipo di disagio o, (ripeto: attenzione!) essere indotta più o meno consapevolmente ad emozionarti contraendo la Sensibilità. La passione nutre la creatività e quest’ultima genera spesso legami importanti quando viene resa manifesta. Talvolta, sempre a causa della creatività, si corre il rischio di piacere molto agli altri. Lo so, è terribile! È come se quell’unico faro spento, trovato con fatica anni fa quando sei stata male per esserti trovata esposta e impreparata (tuo malgrado) agli altri, venisse improvvisamente meno al vostro accordo, illuminandoti; facendo luce sulle tue debolezze oltreché sui punti di forza. Semmai questo accadesse non potresti più cullarti nel vittimismo nella misura in cui puoi farlo a faro spento. Consiglio un allenamento costante, quotidiano, per riuscire a padroneggiare con disinvoltura le doti per ovviare a questi pericoli.

Diego Mastrofrancesco

Leggi QUI gli altri consigli

Copertina a cura di Maddalena Sarotto

Iscriviti alla Newsletter

* Richiesto

Voglio conoscere le novità di UPE tramite:

 

Cliccando su “Iscriviti” accetti che i tuoi dati vengano trattati secondo l’informativa sulla privacy e accetti di ricevere la newsletter mensile della nostra Università. Indicando la regione e il tuo nome, riceverai le notizie personalizzate, relative alla regione selezionata.
Puoi disiscriverti in ogni momento cliccando sul link in fondo alle nostre email.

 

Utilizziamo Mailchimp come nostra piattaforma marketing. Cliccando “Iscriviti”, acconsenti che le tue informazioni siano trasferite a Mailchimp per essere elaborate. Leggi qui a proposito del trattamento privacy di Mailchimp.

Può interessarti anche...

8 Consigli pratici e frivolezze per rovinarsi l’esistenza – parte 3
8 Consigli pratici e frivolezze per rovinarsi l’esistenza – parte 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.