MA MI CAPISCI?

Quante volte parlate e non vi sentite capiti?

L’Università Popolare Evoluzione Umana e Sete di Jaipur presentano una serata di pillole per risolvere i problemi quotidiani di comunicazione.

 

Mercoledì 20 marzo 2019, alle ore 20,30, ad Alba presso Sete di Jaipur si terrà l’incontro “Ma mi capisci? Quante volte parlate e non vi sentite compresi? Una serata di pillole per risolvere i problemi quotidiani di comunicazione”, “Un evento dedicato a tutti e per tutti…”, dice Martina Caldi, dell’Università Popolare Evoluzione Umana, commerciante in Alba e responsabile del progetto “..e dico per tutti, perché chiunque di noi durante lo scorrere delle proprie giornate si confronta continuamente con amici, capi, colleghi, genitori…parliamo tra di noi, abbiamo relazioni, ma tante volte facciamo fatica a farci comprendere, oppure non riusciamo a capire cosa voglia dirci veramente la persona che abbiamo davanti.. questo accade perché spesso non ascoltiamo, o forse pensiamo di ascoltare, ma in realtà l’ascolto significa capire proprio ciò che l’altro non dice”.

Durante questo incontro, grazie al docente William Giangiordano, e ad un attivo coinvolgimento del pubblico, impareremo a riconoscere in noi e negli altri quali sono gli stati inconsci che ci condizionano, in modo tale da riuscire a soddisfare i bisogni del nostro interlocutore e quindi, di conseguenza, a farci davvero comprendere, capendo ed accogliendo prima di tutto chi sta di fronte a noi.

Si ringrazia Franca Manera di Sete di Jaipur per la l’aiuto e la disponibilità.

 

Dove e quando:

Mercoledì 20 marzo 2019 alle ore 20,30 presso Sete di Jaipur, via Macrino num. 5, Alba (CN).

Per info e prenotazioni:

Martina Caldi 3332614106 

prenotazioni.piemonte@uniupe.it

 

Può interessarti anche...

Nas – cëtta Story
Abbracci e sorrisi che riaccendono la speranza!
Il 28 settembre l’Ambiente fa ScienzaInsieme, iscriviti ora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.