La filosofia della Cacio e Pepe

La filosofia della Cacio e Pepe

Un contributo di Denise Silvestri

Almeno una volta nella vita bisognerebbe mangiare un piatto di CACIO & PEPE.

Perché?

Beh, perché la cacio e pepe è una di quelle cose vere, semplici e dirette. Senza tanti fronzoli ti ristora, ti sazia e ti fa vedere la vita da un’altra prospettiva.

Soprattutto in questo periodo, il nostro cervello si arrovella in mille pensieri, stare nel presente diventa una vera e propria sfida. O si è nel fare, fare, fare o nell’apatia più totale… ci troviamo qui su questa altalena di emozioni.

La cacio e pepe rappresenta quel punto di rottura da quel tutto, in cui tutto è complesso e difficile. Dai nostri pensieri ai nostri sbalzi di umore.

È l’iconografia della calma. Tu respiri, scoli la pasta, ci gratti sopra il pepe, amalgami con il parmigiano, ripassi in padella e la vita d’un tratto è più bella.

Tutto si ridimensiona, tutto ritorna alla sua giusta importanza. Il momento è complicato, ma ricordiamoci che qualche amica e amico comunque accanto ce l’abbiamo, che il sole arriva dopo la tempesta e che hai la fortuna di essere vivo.

E male che vada hai una cacio e pepe da gustare a tavola.

La vera ricchezza si trova nella semplicità.

Denise Silvestri

Photo by Wyron A on Unsplash

Può interessarti anche...

Strategie Mentali: Cambiare il modo di pensare | Guida Pratica
Strategie Mentali: Cambiare il modo di pensare | Guida Pratica
Silhouette di una mano che forma un cuore contro uno sfondo bicolor rosa e bianco con il testo 'L'amore per sé è un superpotere
Parlare da soli non è più follia
Uomo che rivela il suo autentico sé rimuovendo la maschera di carnevale, simboleggiando il coraggio di essere se stessi, l'autoaccettazione e l'espressione della propria identità.
La maschera di se stesso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.