Un contributo di Antonio Zinni, nutrizionista


 

Con l’arrivo della stagione fredda anche il nostro corpo si deve preparare all’inverno, alla neve, alle gelate, ai virus ed ai batteri, quindi oltre a coprirci bene ci dobbiamo adeguare anche a tavola.

La temperatura invernale è più bassa ed abbiamo bisogno di aumentare un po’ le calorie, non per questo però dobbiamo abbuffarci.

Una buona alimentazione dovrebbe produrre più calore corporeo senza che accumuliamo grassi e tossine.

Anche se la cucina invernale tradizionale presenta cibi molto grassi è bene limitare l’uso dei grassi animali. L’olio vegetale è sempre presente.

Con il freddo al primo posto la colazione, sempre, magari con una spremuta ricca di vitamina C che ci rafforza le difese immunitarie.

Uno yogurt che ha fermenti lattici e probiotici per rafforzare il sistema immunitario e proteggerci dalle influenze.

La frutta è importante con le sue vitamine: kiwi, pere, mele, agrumi, che sono ricchi di vitamina C e ottimi antiossidanti.

Il piatto per eccellenza è quello con legumi che hanno carboidrati a basso indice glicemico. Contrastano l’affaticamento, sono ricchi di proteine vegetali, vitamine, calcio e sali minerali. Indispensabili per tutte le persone che non mangiano cane, da accompagnare con qualche cereale.

Come fonte di energia carboidrati come pasta, riso, orzo, farro, pane, possibilmente integrali da mangiare durante la giornata. Dalla colazione con biscotti, cereali, fette biscottate, a pranzo e a cena pane e patate.

Anche il fabbisogno proteico è importantissimo in questo periodo e va aumentato. Pesce ricco di omega tre, i famosi grassi buoni. Carne bianca e un po’ di rossa. Da introdurre sempre uova una due volte a settimana e formaggi.

Verdure di stagione a volontà: cavoli, broccoli ricchi di vitamina C e di carotenoidi, per rafforzare il sistema immunitario, spinaci, cavolfiori, rape rosse, carciofi, ortaggi che si trovano in abbondanza, zucca.

Nel periodo invernale non deve mancare una porzione quotidiana di frutta secca, ricca di minerali.

Una tisana calda, magari con il miele.

Siamo anche alle porte delle festività natalizie dove molti si fermano per qualche giorno, quelle feste dove ci sono le grandi abbuffate e si inneggia spesso la felicità, la pace.

Una bella mangiata senza abbuffarci è d’obbligo!

E a chi non piacciono queste feste, sereni che passeranno, tranquilli, resistete, magari approfittate per qualche mangiatina a vostro piacimento.

Le festività che siano quattro, cinque giorni, non venti, accompagnate da camminate e per chi fa sport non mollate!

I dolci in più li mangiate a colazione.

Per il vino ed i superalcolici non è vero che ci scaldano: la sensazione di calore è transitoria, dura poco quindi bere giusto per il piacere.

Mangiare bene è un attenzione che ci fa stare meglio, il cibo è anche un piacere della vita.

Quindi mangiamo spesso, il giusto e tutto, quasi…

Buone Feste


 

 

unsplash-logorawpixel

Può interessarti anche...

Tre cose belle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.