Il cuore della carpa pulsava allo stesso ritmo pacato, davvero maestoso, di quello di Katsuro in certe mattine, subito dopo aver fatto l’amore