C’è un’estasi che caratterizza il culmine della vita e oltre la quale la vita non può innalzarsi.