di Chiara Bolognini consulente filosofica - consiglio scientifico UPE

Il cosmo nasce così, parola di Plotino

Plotino è un filosofo di cui si parla troppo poco. In questo breve articolo andiamo a scoprire concetti chiave come Uno, Intelletto e Anima perché fatti non fummo a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza.

Con impegno e pazienza.

Buona lettura!

 

Come nasce il cosmo?

Gli studiosi Thorne, Barish e Weiss, protagonisti del Premio Nobel della fisica per la spiegazione del Big Bang, hanno sostenuto che il cosmo è nato da un punto di luce che deflagrando in innumerevoli scintille di materia ha permesso un’espansione di energia nello Spazio.

Plotino, nella sua opera intitolata Enneadi, afferma in modo similare questa propagazione di energia già nel III secolo d. C. ponendo al centro della realtà il Principio Primo o l’Uno considerato il fondamento di tutto ciò che esiste (Il bene in sé, l’Essere Supremo come lo definisce Platone).

Come si arriva alla vita materiale? Per spiegare ciò Plotino propone tre ipostasi. Nella prima ipostasi Plotino afferma che la realtà è come una scala che va dall’alto verso il basso e viceversa       ed è un mistero in che modo essa riesca a generare (vedi Teologia negativa). Secondo Plotino l’Uno è energia, la potenza di tutto ciò che è in azione nel mondo. L’Uno crea secondo due principi:

•     Emanazione: Tale termine può essere spiegato attraverso delle metafore: L’uno crea, o meglio emana, come il sole con i suoi raggi, come il profumo dei fiori, come una sorgente inesauribile

•     Processione: L’Uno è un’unità spirituale in divenire e in movimento contrariamente alla figura statica del Dio cristiano pensato dall’uomo a sua immagine  e somiglianza. L’Uno quindi promana mentre il Dio Cristiano è presentato come una figura debole e immobile.

Le altre due ipostasi sono rappresentate dall’Intelletto e dall’Anima. Tenendo presente la figura della scala, sotto al Principio Primo vi è l’Intelletto o Spirito, il NOUS che contiene tutti i pensieri passati e futuri degli esseri viventi. L’Intelletto, attraverso l’Uno, contempla e da forma alla materia. L’intelletto è presente nella Divina Commedia, nell’immagine di Virgilio.

Tempo dopo Dante, durante il suo viaggio iniziatico, giunge nel Paradiso e il suo maestro Virgilio decide di non entrare. Questa decisione di Virgilio è guidata dall’Intelletto (e non dalla ragione) in quanto un umano non poteva osare così tanto al cospetto di Dio. Ecco perché subentra San Bernardo che accompagna Dante all’interno del Paradiso.

Dante, quando vide Dio afferma “Vidi me stesso” e continua “Voi donne ch’avete intelletto d’amore” sottolineando la potenza divina della donna. L’intelletto deriva dal mondo degli Archetipi, da cui Jung si ispirerà, modelli eterni ed originari da cui derivano gli aspetti sensibili della realtà (Plotino – Il mondo delle idee).

Dall’Intelletto deriva l’Anima, ultimo gradino della scala, la quale governa la vita dell’Universo e rappresenta il livello ontologicamente inferiore all’Uno. L’Anima rappresenta la materia, che non è un male ma assenza di luce, ed è concepita come pensiero e Principio di vita che si stacca dal nous e si scinde in Anima Superiore e Anima Inferiore.

La parte superiore, tende e partecipa alla vita del Principio Supremo e guarda all’Unità mentre, la parte inferiore penetra nella materia e la plasma, la infonde di Luce ed Energia.

La materia, ha un valore fondamentale in quanto senza di essa non potrebbe esistere l’Anima individuale che tende sempre ad arrivare alla luce suprema, all’Uno. L’anima mundi, o mondo sensibile, danza intorno all’Uno e costituisce la radice dell’Anima Individuale. Essa si specifica nei singoli corpi viventi dando forma ed ordine alla materia dell’Universo. Plotino afferma nell’Enneadi: “Se il Sole resta, resta anche la Luce e la materia viene plasmata dall’Anima che tende al Principio Primo”.

 

Può interessarti anche...

Etica, virtù e felicità: la via è il Logos. Parola di Aristotele
Ironia, il coraggio di essere se stessi
La bellezza, verità in azione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.