come la mano increspa l'acqua così la nostra energia comunica con l'altro atraverso il Tocco Tenso Emozionale che coniuga la CUI Comunicazione Umana Interattiva con il tocco

 

Un contributo della Presidente Licia Ligios


 

Il T.T.E. Tocco Tenso Emozionale è un vero percorso corporeo, il fine è portare un ascolto e una consapevolezza corporea emotiva più attiva, su di sé e verso l’altro.

Nella nostra scuola di counseling, CB Counseling Bioenergetica, la parola magica è l’unione delle materie e discipline, in quanto il fine è il benessere dell’essere umano.

 

Gli allievi hanno trovato una bella sorpresa…

Oggi si dà e si riceve il tocco con gli occhi bendati e in silenzio.

Visi perplessi, curiosità, paure di non far bene, emozioni che creavano ansie.

È stato emozionante vivere questa esplosione di sentiti emotivi… le paure svanivano, i sensi si amplificavano.

Inizialmente si muovevano come dei robot… non ci hanno messo molto tempo ad affidarsi ai loro sensi…

Percepivano gli ostacoli muovendosi liberamente entrando in un ascolto profondo dell’altro.

Nessun condizionamento esterno, nessun filtro.

Gli allievi hanno unito senza pensare due discipline T.T.E. e la C.U.I. Comunicazione Umana Interattiva, materia cardine della nostra Università.

La C.U.I. ci insegna gli otto modi di comunicare di cui l’essere umano è dotato fin dalla nascita… (e anche da prima 🙂 )

Verbale, non verbale, paraverbale, sintonia, sincronia, percezione, comunicazione con oggetti inanimati, amore.

Dove il verbale, non verbale, paraverbale venivano inibiti da una benda e il silenzio, l’ascolto è diventato profondo aprendo un piano comunicativo sensoriale.

 

Il messaggio è passato, a volte siamo noi che ci poniamo limiti, non ci ascoltiamo, non ci sentiamo bravi, ci mettiamo dentro degli handicap, distogliendoci da noi “esseri” dotati di tante cose belle.

 

Un amico ci dice spesso se si prende una decisione dentro di sé il percorso è veloce, non serve tempo, soltanto tanta “volontà e amore per se stessi”.
 
 
 


 
unsplash-logoAaron Lee

Può interessarti anche...

Essere connessi…
l'amore è cieco perché accecata dai suoi bisogni e dalle sue illusioni, la principessa che credeva nelle favole, non vede che l'amato non è chi lei crede che sia. In UPE Università Popolare Evoluzione umana, ti aiutiamo a recuperare la vista attraverso la vera comunicazione con te stesso, con la CUI Comunicazione Umana Interattiva
La principessa che credeva nelle favole
Cambiare prospettiva? Questione di binari.

Licia Ligios

Presidente di UPE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.